Wednesday, December 8, 2010

Bloomcast, puntata 8 Dicembre 2010. Siamo alla fine della sovranitá popolare irlandese?



Oggi 8 Dicembre é andata in onda un'altra puntata di Bloomcast. Si é discusso riguardo la crisi Irlandese, l'intervento dell'IMF e la perdita di sovranitá popolare del paese. Si é discusso anche del futuro dell'Irlanda, un grosso interrogativo.


Il problema di questo paese é che si é deciso di nazionalizzare il debito delle banche che erano, fino a 2 anni fa, aziende completamente private. Il colpo di grazia é arrivato con il prestito dell'IMF di circa 85 miliardi di euro accettato senza consultare il parlamento, che ha in tutti gli effetti nazionalizzato le perdite delle banche e reso il debito pubblico come debito delle banche agli occhi degli investitori. Ecco perché gli interessi sugli bond governativi erano cresciuti cosi tanto negli ultimi mesi, i mercati temevano una tale mossa.


Due anni fa sarebbe stato possibile far fallire le banche e garantire i depositi, oggi purtroppo le cose stanno diversamente. Il paese ha garantito i bondholders, ovvero gli investitori di capitale non di rischio. Gli azionisti hanno giá perso tutto tempo fa. Gran parte del denaro investito in bonds emessi da banche irlandesi é provenuto dall'Europa. C'é stata una corsa, spinta dal differenziale di interessi tra Germania ed Irlanda. Le banche europee prestavano denaro che veniva reinvestito in Irlanda dove l'economia in crescita e di recente in piena bolla garantiva interessi piú alti. 


C'é stata una mancanza di controlli sia in Irlanda che in Europa. Se oggi le banche irlandesi fallirebbero ci sarebbe una ricaduta economica in Europa, visto che una miriade di risparmiatori europei andrebbe in contro a delle perdite. Per questo motivo si é deciso di spingere l'Irlanda ad accettare il prestito dall'IMF e garantire i bond holders. Un disastro, un completo, l'aberrazione di ogni principio di economia liberale e moderna. Profitti privati, perdite nazionalizate. Ecco cosa é successo.


Purtroppo questo governo ha accettato il prestito per mascherare i propri errori emessi prima della crisi e durante la crisi con Nama, ed oggi per non ammettere tutto ció ha siglato il contratto che potrebbe portare alla  banca rotta il paese a meno che non ci sia una estrema ripresa dell'economia, che nonostante, tutto non vá proprio male.


Se volete approfondire l'argomento seguite la puntata in differita di Bloomcast andata in onda oggi 8 Dicembre alle ore 22 Italiane. Ecco il link alla puntata:


http://www.ustream.tv/recorded/11325994



Altri link utili
Link alle puntate precedenti:

email: bloomcast@gmail.com

2 comments:

bacco1977 said...

Puntata interessante. Grande il contributo tuo e di Arturo.

Mezzos@ngue said...

Grazie Bacco!

Condividi questo post con i tuoi amici!!