Tuesday, May 25, 2010

Una brutta avventura di un italiano a Dublino

Come cercare una camera o un appartamento a Dublino

Il caro buon Bacco mi ha segnalato stamane un post su irlandando, la storia di una disavventura di un connazionale truffato durante la ricerca di un alloggio nella capitale celtica.

Sono molto dispiaciuto per la vicissitudine di cui questo ragazzo è stato vittima, mi farebbe piacere poter aiutare, quindi ho deciso di pubblicare il suo racconto. Sulla pagina del forum il protagonista della storia ha rilasciato anche delle informazioni per poter rintracciare gli ideatori della truffa. 




Agarbato
, questo è il suo nickname, ha conosciuto via etere una ragazza durante la ricerca di una camera a Dublino. Per farla breve le ha mandato una somma come deposito per l'affitto di una camera. La ragazza promette di mandargli una ricevuta che non è mai arrivata. Il ragazzo ha, al momento, recuperato solo una parte del deposito ed ha deciso di rendere pubblico questo episodio in cui è stato coinvolto per mettere in guardia altri connazionali.


Esprimo tutta la mia solidarietà nei confronti di Agarbato e colgo l'occasione per consigliare a chiunque sia alla ricerca di un alloggio a Dublino di non inviare mai denaro a sconosciuti, soprattutto se non attraverso un trasferimento bancario, o meglio utilizzando paypal, che offre alcune garanzie alla transazione.

Consiglio vivamente di evitare ad ogni modo tale procedura, meglio prenotare un letto in un'ostello e recarsi sul posto per ricercare una sistemazione. Un letto in un dormitorio costa meno di 15 euro al giorno e ci sono degli ostelli dove gli ospiti non sono male. Ve ne riporto un paio molto affidabili:


Oliver Cogarty, sito in Temple Bar, in pieno centro
Jacobs Inn, a pochi passi da Temple Bar


Questi due ostelli non sono di solito frequentati da gentaglia, dalla feccia dei turisti. Molte delle camere hanno il bagno privato, da dividere ovviamente con gli altri ospiti della stanza.


Un celebre ostello dublinese dove in pratica ognuno è passato agli inizi della propria vita in irlanda venendo da un paese estero è l'Isaacs, molto vicino al Jacobs. La proprietà dei due ostelli era un tempo la stessa, non saprei oggi. La qualità degli ospiti è leggermente inferiore agli altri due ma molto meglio del resto degli altri ostelli del centro città. Nel 2006 sono stato due settimane circa in questo ostello senza grossi problemi, in una stanza da 16.

Una soluzione per chi non voglia dividere la camera con troppe persone è prendere una camera in affitto da una agenzia, come feci io dopo le mie prime due settimane in ostello. Ecco il sito web dell'agenzia a cui mi rivolsi:

http://www.celtichalls.com/home.htm

Consiglio di trascorrere le prime settimane in irlanda sempre in un ostello o in una camera presa da qualche agenzia. Occorre una ricevuta come prova di un indirizzo per ottenere il PPS, il codice fiscale irlandese. Una ricevuta ottenuta dal padrone di casa, quando il contratto di affitto è completamente in regola e registrato, è sufficiente, ma esistono alcune considerazioni da fare.

Prima di tutto, non credo tutti vogliano, appena arrivati in irlanda e magari senza un lavoro, firmare un contratto di affitto per un anno o sei mesi, che sono di solito la minima durata di un contratto di locazione; inoltre senza PPS non potete firmare un contratto e se il padrone di casa lo permette, dovete sempre trovare qualcuno disposto a darvi la camera o la casa senza prova di un contratto lavorativo. I landlords preferiscono la stabilità di un lavoratore.

Il sito più utilizzato nel paese per la ricarca di alloggi è www.daft.ie

Nel caso di Agarbato, io consiglierei di recarsi presso una stazione della Garda, o in una sede di citizensinformation, ve ne sono molte al centro, basta controllare sul sito web http://www.citizensinformation.ie/categories per trovarne una. 


Le forze di polizia sono estremamente cordiali in questo paese e la stessa regola vale per gli operatori di uffici pubblici che offrono assistenza ai cittadini.

Lascerò un commento sul suo post su irlandando al riguardo. Vi lascio al testo completo con in fondo il link alla fonte.

Una brutta avventura, NON FIDATEVI!

Ciao a tutti.


Riporto quanto segue affinche' quello che e' successo possa servire da esempio a qualcuno.

A Marzo quando ormai avevo deciso di trasferirmi a Dublino mi sono imbattuto in una spiacevole avventura. Ero alla ricerca di una casa e la prima cosa che mi e' venuta in mente sfortunatamente e' stata quella di
mettere un annuncio qui sul forum per vedere se a qualche irlandando si liberava una stanza.

Sono stato contattato da una certa Valentina Simioni o almeno cosi' dice di chiamarsi. Dopo una lunga chiaccherata dove ci siamo raccontati un po' delle nostre esperienze, dopo aver visto le foto della casa e il prezzo ragionevole decido sbagliando di fidarmi di questa persona.

Cosi' le mando i soldi del deposito (il 30 di Marzo) 350euri con la promessa che mi avrebbe immediatamente inviato la ricevuta
del pagamento cosi' avrei potuto stare tranquillo.

Qui inizia il calvario, x circa una ventina di giorni questa persona continua a rimandare inventandosi mille scuse e dicendomi
che sarebbe venuta in Italia poco dopo mi promette che ci saremmo visti di persona per conoscermi e consegnarmi a mano la ricevuta.

Lei arriva effettivamente in Italia e anche qui comincia a rimandare e inventarsi altre mille scuse finche' nn perdo la pazienza e minaccio di denunciarla per truffa, dopo vari ultimatum dice ok.. ti rimando i soldi.
Altro calvario, altre minacce, altre mille scuse e giochi per prendere tempo (tra cui si inventa un numero di trasferimento di Western Union) finchè finalmente alle strette riesco a ricevere 150euri tramite western union.

Nel frattempo mi promette che mi avrebbe mandato il resto, che le servivano altri giorni. Aspetto aspetto finchè nn arriva il momento di partire e lei nel frattempo torna a Dublino.

Cosi' comincio a rincorrerla pure qui, mi dice ci vediamo domani, poi ancora domani etc.etc e ora sono diversi giorni che e' scomparsa e nn risponde a msg o alle chiamate.

Nei prossimi giorni torno a Milano a recuperare ed e' mia intenzione sporgere regolare denuncia perchè una persona cosi' deve in ogni caso pagarla. Magari ci vuole tempo ma una denuncia non e' cmq una cosa bella.

Sono praticamente due mesi che si fa rincorrere e ancora non sono riuscito a concludere questa storia.
Sono veramente amareggiato e nn tanto x i soldi ma x la rabbia che mi ha fatto venire questa persona continuando a tirarmi pacchi infiniti x due mesi di fila.
Nn fidatevi perchè purtroppo esistono anche persone così e non e' sicuramente un benvenuto farsi fregare da un italiano
Ammetto di essere stato stupido a fidarmi ma dopo un po' di chiaccherate mi sembrava una brava persona e avevo bisogno di trovare una sistemazione.

Ora sono qui a Dublino da 2 settimane buone, sto studiando inglese alla Delfin e mi trovo molto bene.
Ho conosciuto un paio di persone squisite del forum e ne sono contento.

Riporto i dati di questa persona xke' devono essere pubblici.. oltre a denunciarla visto che Dublino nn e' cosi' grande sono sicuro che riusciro' a trovarla.

Chiunque avesse informazioni che possano portarmi a questa persona si faccia avanti xkè i furbi prima o poi la pagano.

Altri consigli? Possibile fare una denuncia anche qui? altri siti dove segnalare la presenza di questa furbetta tipo daft o affini?


Fonte

http://forum.irlandando.it/dublino/13542-una-brutta-avventura-non-fidatevi.html


6 comments:

bacco1977 said...

Italiani merdaioli

Mezzos@ngue said...

Che brutta storia

TopGun said...

Irlandando...non irlandiani O_o


scusate se sottolineo :P

Mezzos@ngue said...

Chiedo venia TopGun. Gli occhi non mi aiutano tanto purtroppo. Ho corretto l'errore ;)

TopGun said...

vabbè era una scemenza :P

parlando di cose serie.
io personalmente, mai avrei dato soldi a qualcuno a scatola chiusa e senza garanzie.
Il ragazzo che aperto questo thread sul forum, è stato sfortunato, vittima di una truffa, ma un pochino se l'è pure cercata.

per carità, magari un domani capita pure a me, sono cose che accadono, però da come è raccontata la storia, lui ha peccato un pò di ingenuità.

Mezzos@ngue said...

Concordo, ha peccato di ingenuitá, e la ragazzi di bastardaggine. E' un principio basilare non inviare denaro a sconosciuti, anche se magari son 3 mesi ci parli solo via skype, anche via webcam! E' pur sempre uno sconosciuto!

Ho precisato nel post cosa conviene, secondo me, fare e non, ma sono profondamente dispiaciuto per questo povero ragazzo e voglio manifestare la mia solidarietá nei suoi confronti.

Sto riflettendo su un paio di post sui lati positivi e negativi (dovuti al cattivo utilizzo) dei nuovi mezzi di comunicazione e socializzazione

Condividi questo post con i tuoi amici!!